Arcobaleno Cooperativa Sociale | TORINO

Convegno: “LE NUOVE VIE DELLA SETA: DA RACCOLTA DIFFERENZIATA A INTEGRAZIONE SOCIALE”

Convegno: “LE NUOVE VIE DELLA SETA: DA RACCOLTA DIFFERENZIATA A INTEGRAZIONE SOCIALE”

Appuntamento pieno di spunti ad Ecomondo a Rimini il giorno 8 novembre alle 11.00.

Nell’ambito del convegno promosso dalla Rete 14 Luglio e da Comieco, Tito Ammirati presenterà nell’agorà del Conai i risultati della rilevazione effettuata su tutto il territorio nazionale sul contributo offerto dalle cooperative sociali di inserimento lavorativo alla raccolta carta. Dati preziosi per introdurre alla prospettiva che potrebbe schiudersi con un maggior coinvolgimento della vasta rete della cooperazione sociale in questo ambito e che trova fondamento in questa prima analisi.

  Presentazione "Giocarsi la carta"
Aggiornato in data 14 novembre 2018 [1,0 MiB]

Ambiente, Inclusione,Economia. Il contributo delle cooperative sociali di inserimento lavorativo alla raccolta della carta – dati e prospettive.

Quello che seguirà rimane ancora tutto da costruire ma la prima riflessione parte da qui con il contributo diretto del Ministero dell’Ambiente dell’Anci e di Utilitalia, attori partecipi e non comprimari di questo palcoscenico.

Giovedì 8 novembre ore 11
ECOMONDO  / Fiera Rimini / Pad. B1 Stand Conai – Agorà

LE NUOVE VIE DELLA SETA:
DA RACCOLTA DIFFERENZIATA A INTEGRAZIONE SOCIALE.

INTERVENTI DI
Rete 14 Luglio / Tito Ammirati
Conai / Walter Facciotto
Comieco / Roberto Di Molfetta
Ministero dell’Ambiente / Ilde Gaudiello
Utilitalia / Andrea Madrigali
ANCI / Ivan Stomeo
COORDINA I LAVORI
Comieco / Carlo Montalbetti

Rimini, 8 nov. (AdnKronos) – Per incrementare la raccolta differenziata di carta e cartone anche le cooperative sociali hanno un ruolo molto importante. Parola di Claudio Montalbetti, direttore generale di Comieco che in occasione di Ecomondo, la fiera in corso a Rimini dedicata alla green economy, ha raccontato l’esperienza vincente della cooperativa Arcobaleno di Torino.

A Torino, spiega Montalbetti, “una parte importante della raccolta differenziata di carta e cartone è decollata attraverso un progetto pilota che si chiamava Cartesio che come Comieco avevamo promosso insieme al Comune, all’Amiat e con la cooperativa Arcobaleno di Don Ciotti”.

I risultati di tutti questi anni, aggiunge il direttore generale di Comieco, “hanno portato, pur in un’economia di mercato quindi attraverso delle gare che sono state fatte da Amiat, ad un’esperienza che oggi vuol dire un numero importante di operatori che sono stati tolti dalla strada e che ora hanno un mestiere e contestualmente anche ad un budget significativo per una realtà che quando é partita era composta in tutto da 20 persone”.

Secondo Montalbetti, dunque, l’esperienza di Torino, potrebbe diventare “un modello di riferimento”. Al livello nazionale, spiega Montalbetti, “la raccolta di carta e cartone sta andando bene perché il sud finalmente ha ingranato la marcia soprattutto in alcune aree metropolitane come Bari e Napoli. Ci aspettiamo, dunque, risultati positivi anche nel 2018 grazie allo sforzo del meridione”.

Chiudi il menu