Arcobaleno Cooperativa Sociale | TORINO

A fronte di specifici accordi quadro, solitamente della durata di un anno, Arcobaleno svolge azioni di vero e proprio tutoraggio operativo, in particolare verso altre cooperative sociali che intendono sviluppare rami di impresa nel settore delle raccolte differenziate. L’intervento è mirato a mettere tali imprese nelle condizioni di operare in autonomia seguendo un modello organizzativo e utilizzando determinati strumenti che necessariamente vengono adattati e personalizzati alle diverse realtà su cui vengono implementati.

Sono state realizzate consulenze per la progettazione di servizi di raccolta differenziata integrata nella Provincia di Torino, ed in particolare per i comuni di Montanaro, Rondissone, Torrazza Piemonte e Verolengo, nonché rilevamenti territoriali ed indagini volumetriche per l’avvio della raccolta porta a porta su alcuni comuni della Valle di Susa tra cui Oulx, Bardonecchia, Salice d’Oulx e Susa.

 

 

L’assistenza proposta si differenzia a seconda delle fasi considerate:

Fase progettuale

Rilevamento territoriale attraverso un censimento dei civici e delle utenze che beneficeranno del servizio. Particolare attenzione viene posta inoltre a: strade strette, vincoli di accesso presso le utenze, disponibilità di spazi per il dislocamento delle attrezzature, etc. Viene formato un apposito team di rilevatori per la registrazione su apposite schede di rilevamento delle informazioni raccolte sul territorio.

Indagine volumetrica per l’assegnazione di uno specifico kit di attrezzature di raccolta a ciascuna utenza destinataria del servizio, tenendo conto di tutte le peculiarità emerse dalla rilevazione.

Realizzazione del progetto esecutivo conforme alla normativa vigente a livello nazionale e locale, strutturato in:

  • analisi e descrizione del territorio;
  • analisi della situazione attuale e dei dati di raccolta;
  • analisi e descrizione dei dati provenienti dal rilevamento territoriale e dall’indagine volumetrica;
  • catalogazione delle utenze residenziali e commerciali, fabbisogni strutturali di servizio;
  • zonizzazione del territorio;
  • definizione degli obiettivi potenziali di raccolta;
  • dimensionamento del servizio per la raccolta “porta a porta” (uomini e mezzi) in base agli obiettivi che si intendono raggiungere;
  • organizzazione logistica del servizio di raccolta (tipologia dei percorsi e calendario dei servizi);
  • definizione degli indicatori di monitoraggio e strumenti di divulgazione dei risultati;
  • la comunicazione alla popolazione e agli altri soggetti coinvolti;
  • piano economico comparativo della situazione esistente (raccolta stradale o differenziata a bassa intensità) e futura (passaggio al “porta a porta”) proiettato su tre anni.

Fase esecutiva

  • formazione di tutti gli operatori coinvolti ai principi organizzativi di un sistema di raccolta differenziata ad alta intensità;
  • installazione del software SysCartesio® (ove si reputi necessario) per la gestione dei servizi di raccolta multi-materiale e formazione del personale al corretto utilizzo dello stesso. In una fase successiva gli operatori potranno usufruire di un apposito help-desk telefonico o potranno essere supportati attraverso un collegamento telematico in remoto;
  • parametrizzazione del sistema con implementazione operativa della zonizzazione del territorio e l’articolazione dei percorsi di raccolta. L’analisi del territorio e la creazione dei percorsi può essere effettuata con il supporto di software cartografici (piattaforma GIS) nei casi in cui vi sia la disponibilità di documentazione cartografica. I percorsi sono strutturati a seconda della tipologia di utenza (residenziale/commerciale), la volumetria delle attrezzature dislocate, la frequenza di passaggio prevista, la viabilità, l’ubicazione dei punti di scarico, la tipologia di mezzi impiegati ed il personale a disposizione. L’obiettivo è l’ottimizzazione delle risorse impiegate ed un servizio di raccolta capillare con il minor numero possibile di disservizi;
  • assistenza nell’organizzazione del servizio operativo dal punto di vista procedurale (es. programmazione dei percorsi, ordini di servizio per gli operatori su strada, formulari e bolle di scarico, etc.);
  • assistenza nella creazione di una centrale operativa per la gestione informatica delle segnalazioni ricevute dalle utenze;
  • assistenza nella creazione di un apposito back-office per la raccolta delle informazioni provenienti sia dalla centrale operativa che dal territorio (es. segnalazioni da parte degli operatori su strada). Definizione dei processi di trattamento delle informazioni;
  • consulenza nell’eventuale installazione di un sistema di rilevamento degli svuotamenti tramite trasponder, particolarmente utile nei casi in cui sia già in vigore il sistema a tariffa d’igiene ambientale (TIA). Supporto nella gestione informatica ed analisi dei dati di ritorno dal territorio;
  • assistenza nell’attivazione di un sistema di ispettorato del servizio di raccolta;
  • affiancamento operativo nelle fasi iniziali di raccolta e assestamento dell’intera fase esecutiva sulla base delle indicazioni di ritorno;
  • verifiche periodiche mirate alle fasi di progettazione della manutenzione evolutiva del servizio (ottimizzazione, miglioramento qualitativo e nuovi sviluppi strutturali).
Chiudi il menu